Capitolo 16

(se vuoi leggere la storia fin dall’inizio per non perdere neanche un capitolo, segui il  link—> La teoria dei due amori )

 

LEIKA

Mi sveglio per la prima volta abbastanza serena.

Mi diverto a toccarmi i capelli, soddisfatta di essere ritornata al mio colore naturale grazie alla tinta fatta qualche giorno fa, stanca di guardarmi ogni tanto quelle punte azzurrine che tendevano al verde al chiaro di luna.

Orribile, un colore da non rifare.

Penso distratta mentre mi ispeziono il viso di fronte allo specchio e noto delle occhiaie evidenti.

L’incontro con la psicologa questa settimana non è stato dei migliori. Era una di quelle giornate in cui Anna pretende di rivangare il passato come le pare e piace. E a me, decisamente non piace.

Sa che si sta avvicinando sempre di più quel giorno. Ed è preoccupata per me.

Poi per la centesima volta ha rinnovato il suo invito al gruppo di auto aiuto.

Getto nel cestino i panni sporchi della settimana, prima di avvicinarmi al forno in cucina e controllare che la torta sia a buon punto.

È Domenica, e non una Domenica qualsiasi.

Lancio di nuovo un’occhiata feroce al calendario finché il timer non suona ed è allora che tutto il mio monolocale si riempie di quell’odore dolciastro, che solo una torta al cioccolato può dare.

In realtà è una torta al cioccolato e pere. La preferita di Darren.

Non mi sembrava il caso di fargli dei regali, non siamo nemmeno amici, ma dovevo farmi trovare preparata nel caso fosse passato da me con quegli occhi da cucciolo bastonato alla ricerca di cibo.

Appoggio le mani sui fianchi e sbuffo.

Balle

Sono preoccupata. Non ho visto Darren Venerdì, né Sabato. Ho paura che sia arrabbiato con me per colpa di quello che è successo. Anche se io, non ho fatto nulla.

No?

M’interrogo da sola. Poi penso anche a suo fratello.

E se gli avesse proibito di tornare da me?

Se non mi ricordassi di essere una persona, comincerei a ringhiare come una cane rabbioso al solo pensiero.

Sforno la torta, la preparo su un piatto e la copro.

Se Maometto non va alla montagna. La montagna andrò da Maometto.

Dichiaro questo nella mia mente mentre sento le note di “ all i have to do is dream “ degli Everly Brothers che risuonano dall’appartamento di sotto.

Proprio quello di Dominic.

Non l’ho piu sentito durante la settimana, anche se come sempre lo vedo spesso entrare e uscire dalla cucina del Barry’s e anche da casa. Ma non ci rivolgiamo più che un mero saluto. Non ci guardiamo neanche negli occhi quando lo facciamo, lui passa e alza la mano, io passo e gli faccio un cenno con il viso.

Semplice, lineare.

Non è forse questo un equilibrio?

No, in realtà io sto aspettando ancora le sue scuse. Ma conoscendo il tipo, so che farò prima a scordarmi dell’accaduto che a sentigli dire la parolina magica. Quella tanto impossibile da dire ad alta voce per lui.

Mi auto incoraggio mentre mi rendo presentabile indossando la mia tutona della domenica blu elettrico e riavviandomi i capelli color cioccolato. Prendo la torta e armata delle migliori intenzioni e di tanta calma, esco per scendere al secondo piano.

La musica si sente ancora ad alto volume e mi stupisco che la signora Martinez non sia ancora uscita a lamentarsene.

Mi avvicino sempre di più alla porta e prendo due bei respiri.

Darren solitamente passa tutti i weekend qui no? Deve per forza esserci. E se non mi vuole vedere?

Aberrata da questi dubbi, e con la reale paura di essere un intrusa poco gradita, faccio due passi indietro e torno in casa sbattendo la porta.

Pochi minuto dopo la musica cessa di urlare e torna il silenzio.

Non sono mai stata una fifona. E non la sarò nemmeno oggi.

Penso qualche minuto, mentre mi rendo conto di avere un nuovo piano. Molto più sicuro e semplice.

Contenta, mi dirigo di nuovo fuori, passando davanti alla porta tanto temuta, sfrecciando fuori dal portone del palazzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...